Lenta o Rock?


Notte strana e piena di poesia la scorsa notte.

La sera andando a letto ho l’abitudine di riascoltare con il mio Mp3 uno dei meravigliosi Insegnamenti a cui Grigori Grabovoi ci ha abituati e che ho provveduto a registrare con la mia voce. Sarà stata la stanchezza o l’ora un pò più tarda, ieri sera sono caduta in un sonno profondo dopo appena pochi minuti di ascolto (credo): fatto sta che alle 4 circa del mattino apro gli occhi con le cuffiette che mi sparano nelle orecchie “The Best of Pink Floyd” e, naturalmente, nessuna intenzione di riaddormentarmi!

Chi mi conosce da anni sa che la musica dei Pink Floyd è letteralmente la colonna sonora della mia vita e così, sulle prime note di “Echoes”, vinco la spinta “razionale” di spegnere tutto e voltarmi dall’altro lato e decido di reimmergermi in quelle ben note atmosfere oniriche “per vedere l’effetto che fa”, anzi sarebbe meglio dire “per aggiornare” l’effetto che fa.

E nessuno ci mostrò alla terra.

E nessuno conosce i dove o i perchè.

Ma qualcosa prova a sorgere

e inizia ad arrampicarsi verso la luce”

Mi ritornano nitidamente quelle splendide parole…

qualcosa prova a sorgere…..e inizia ad arrampicarsi verso la luce”

…il mio presente (ora) che premeva sul mio passato (allora) come futuro, è già tutto dentro queste parole, e forse lo avevo intuito la prima volta che ascoltai questi versi.

Ma ora, non riesco a perdermi in questa analisi che già le note di “Shine on you crazy diamond” mi trascinano in altre suggestioni subito seguite dalle note di “Learnig to fly”….imparare a volare….

non riesco a distogliere lo sguardo dai cieli che girano in tondo….”

Ora “Another brick in the wall” mi trascina dentro i significati ed i significanti di muri abbattuti dentro e fuori di me, dentro e fuori noi tutti…al di là dei conformismi di ogni tipo e genere verso l’assoluta libertà di essere ciò che sono, ciò che siamo.

…Ma, non so, a parte il solito entusiasmo per una musica intramontabile, provo qualcosa di strano in questa fredda notte di febbraio a riascoltare questi vecchi, cari assoli di chitarra…non riesco a definirlo….come se mancasse qualcosa, non è spiacevole come sensazione, anzi,…..ma manca qualcosa…Cosa?

E’ sul ticchettio di orologio di “Time” che metto a fuoco: mi mancano i rimpianti…c…., che fine hanno fatto i “miei” rimpianti? E perchè tutti i miei ricordi, anche i peggiori, ora sono dolci come zucchero su un pandoro? Faccio un salto nel letto ed il successivo “insight” è la formulazione di una (ennesima) definizione di Vita Etena:

La Vita Eterna è quella cosa che infrangendo tutti gli orizzonti di età e di tempo trasmuta ogni singolo rimpianto in un gioioso progetto di vita!

RIPETO: la Vita eterna è quella cosa che infrangendo tutti gli orizzonti di età e di tempo trasmuta ogni singolo rimpianto in un gioioso progetto di vita!

Infrangendo l’idea di un presunto orizzonte temporale imposto o autoimposto, il piombo può trasformarsi in oro, il passato in esperienze su un percorso infinito e tutto ciò che volevi fare, essere, avere, imparare e amare, in progetti divini di vita, possibili e realizzabili oggi, domani e sempre.

Che liberazione..e che gioia!

Ora, “perso(a) nel pensiero e perso(a) nel tempo, mentre i semi del cambiamento sono stati piantati” (Coming back to life)….devo ricordarmi domani di dirlo a tutti e, non vi stupite se prima o poi mi vedete prendere lezioni di chitarra elettrica e, credetemi se vi dico che la Vita Eterna è rock…….decisamente ROCK!

Enjoy!

Annunci

“Attacca il ciuccio dove va il padrone” ovvero: la forza delle idee vs. la “forza” della paura.


Gli ultimi giorni di questa campagna referendaria si stanno rivelando infuocati da una parte e dall’altra. Sarebbe normale per un referendum i cui esiti, a conti fatti, si rifletterà sulla vita di milioni di italiani. Tutto normale allora? Sì, se non fosse per il fatto che sempre di più si staglia chiaramente una frattura tra chi argomenta attraverso le idee e chi preferisce ricorrere all’arma della paura. Fare scendere in campo la instabilità dei governi, lo spread, i ricatti dei mercati finanziari e chi più ne ha più ne metta (argomenti del SI), richiama fortemente paure profonde (che oltretutto non fanno bene alla salute!) e tenta di far passare ancora una volta la logica del “ubi maior minor cessat”, la logica della negoziabilità dei valori, della “necessità e improrogabilità” di una guida forte ed autoritaria (non Autorevole), del tenersi buoni i poteri “forti” (nonostante le finte posizioni renziane) o come si dice a Napoli “attaccare il ciuccio dove va il padrone”. Ma è possibile decidere su una scelta così fondamentale in base a questi argomenti? E’ così difficile (e perché?) vedere che così tante posizioni a favore del Sì, espresse da esponenti dello spettacolo, della cultura, dei mass media, della politica e da altri settori della società sono dettate dalla logica dello scambio di favori (personali, di categoria, settoriali ecc.) piuttosto che da reali argomentazioni e confronto di idee? Il referendum Costituzionale come occasione di rinegoziazione di rendite di potere, di posizioni preminenti, di un più o meno piccolo “posto al sole”, di cui la scandalosa vicenda De Luca è solo la punta dell’iceberg. E che “leader” è colui che incoraggia e persegue tali comportamenti, riducendo in frantumi il vero interesse nazionale? Come abbiamo potuto arrivare a questo? Fino a che punto il ventennio berlusconiano, con tutto ciò che ha eticamente “sdoganato” e quello che è venuto dopo hanno potuto offuscare la dignità e l’identità di un popolo? Sono domande a cui dovremo dare una risposta comunque vada, perché lo spettacolo a cui abbiamo assistito ed assistiamo non promette niente di buono, che vinca il Sì o il No. Per conto mio, il mio voto sarà un NO argomentato e convinto perché non è possibile usare la parola “cambiamento” per significare “restaurazione” e, non da ultimo, perché da qualche parte si dovrà pur iniziare per affermare che l’autodeterminazione dei popoli NON è un valore negoziabile. MAI!

Oltre l’Autostima


in versione ebook e audiolibro!      

Oltre l’autostima

OltreAutostimaA-300x300

Pilotaggio della realtà e sviluppo armonico -secondo gli insegnamenti di G.Grabovoi


Cari amici,
è con grande gioia che vi rendo noto che da oggi è possibile, presso le sedi di Mesa Gaia a Teora (Av) e di Napoli in via Consalvo P.co S.luigi is. G, accedere a presentazioni gratuite, workshop, seminari e sedute individuali di “Pilotaggio della realtà e sviluppo armonico” secondo l’insegnamento del grande scienziato russo Grigori Grabovoi, di cui mi onoro essere Istruttore Certificato. Occupandomi da circa venti anni di discipline olistiche posso tranquillamente affermare che le tecnologie proposte da Grabovoi sono il salto quantico che molti attendevano nel campo del rispristino del benessere psico-fisico e della creazione consapevole della realtà. Grabovoi fornisce strumenti concreti, efficaci e velocissimi per sviluppare una realtà sia sul livello individuale che collettivo che corrisponde alla visione di “Salvezza Globale e Sviluppo Armonico” dell’intera umanità.
Le capacità di autoguarigione e la realizzazione della forza creatrice di ogni essere umano trovano ora la più alta possibilità di espressione attraverso tecnologie semplici ed alla portata di tutti, basate sull’utilizzo di sequenze numeriche ma anche di forme geometriche, colori, onde sonore ecc.
A chi, conoscendomi, apprezza la mia sincerità, dico solamente che la mia esperienza e la conoscenza di queste tecniche mi portano oggi ad affermare che l’immenso lavoro di questo scienziato, così come la sua altissima visione spirituale sono oggi lo strumento più avanzato a nostra disposizione per sostanziare il cambio di paradigma che tutti auspichiamo a partire dal benessere psico-fisico fino ad arrivare ai problemi legati alla situazione economica e finanziaria (individuale e del mondo intero) o alle questioni legate alla realizzazione di una pacifica convivenza tra i popoli e sviluppo armonico di tutti gli esseri umani.
Resto a Vs completa disposizione per ulteriori chiarimenti, informazioni, trattamenti individuali e resto comunque disponibile per presentazioni e dimostrazioni gratuite di queste tecnologie e della visione complessiva che le anima.
In all. Vi invio un volantino illustrativo
Vi auguro ogni bene
susi scorza
info: 339.3428183
www.mesagaia.it

Analisi del 2014


I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2014 per questo blog.

Ecco un estratto:

Un “cable car” di San Francisco contiene 60 passeggeri. Questo blog è stato visto circa 640 volte nel 2014. Se fosse un cable car, ci vorrebbero circa 11 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Seminario Reiki I° livello – 28/2 – 1/3/2015


Featured image

A g r i t u r i s m o O l i s t i c o

Contrada Capo Teora 13 – Teora (Av)

in collaborazione con

Tai – La Terra e il Cielo – Scuola Reiki e Discipline Olistiche

Seminario residenziale

REIKI 1° LIVELLO

28/2 – 1/3

imparare attraverso un corso semplice ed accessibile a tutti una meravigliosa pratica di guarigione ed autoguarigione che ha il pregio di agire a tutti i livelli: a livello fisico, psichico, energetico e spirituale.

Reiki è una parola giapponese che significa “energia vitale universale”, è l’energia terapeutica naturale a disposizione di noi tutti con la semplice imposizione delle mani, per migliorare la propria salute e quella di altri (nota bene: Salute nel senso più totale e olistico del termine).

In questo seminario imparerai:

Le leggi dell’Energia

Perchè ci si ammala? Quali sono le vere cause delle malattie e come sconfiggerle

Il ruolo della mente e delle emozioni nelle malattie

La “vera” storia del Reiki e del suo fondatore

Come prenderti cura di te stesso e degli altri (autotrattamento e trattamento)

Perchè la tua guarigione ed il tuo benessere sono letteralmente nelle tue mani

Cosa sono i Chakras, perchè sono così importanti e come trattarli

Cosa sono i Corpi energetici ed il loro ruolo nei processi di malattia e guarigione

Cos’è l’aura e come visualizzarla

Esercizi di visualizzazione e rilassamento

….e tantissimo altro

Al termine del seminario verrà rilasciato Attestato di partecipazione

Il seminario sarà tenuto da SUSI SCORZA – Naturopata Heilpraktiker e Reiki Master (dal 1997)

presso l’Agriturismo Olistico “Mesa Gaia” -Contrada Capo Teora 13 – TEORA (Av) , un luogo immerso

nel verde incontaminato dell’Alta Irpinia.

E’ raccomandato abbigliamento comodo

INFO programma, costi e prenotazioni: 0827/51702 – 3393428183

http://www.mesagaia.it

I 5 Principi Reiki come Etica del Sè


principi reiki

Parliamo spesso nei seminari dei principi Reiki di Usui. Nella loro apparente semplicità nascondono una profondità e una acutezza sorprendenti e, non a caso, il consiglio di Usui era quello di meditare su di essi. Quella che voglio proporre qui è una meditazione -lettura meditata- dei 5 principi in una chiave etica vera e propria, di un’etica del Sè.

1-2 “Per oggi non ti preoccupare – Per oggi non ti arrabbiare”

Rabbia e preoccupazione: due emozioni distruttive in sè, ma ancor più perchè ci fanno dimorare nel passato o nel futuro, proprio le false dimensioni del tempo in cui NON abbiamo potere. Qui è l’etica della Presenza: dimorare nell’unico, reale, potente “tempo” che è il Qui e Ora, una dimensione in cui solo la pace è possibile. E’ anche etica “sociale”: ogni volta che ci arrabbiamo, siamo preoccupati, frustrati, gelosi, invidiosi ecc nutriamo campi morfici corrispondenti come ha ben illustrato Rupert Sheldrake nelle sue opere, con effetti cumulativi non solo nel nostro “microcosmo” ma che si riverberano virtualmente all’infinito: la pace comincia da te!

3 “Onora i Genitori, i Maestri e gli Anziani”

…e fallo a prescindere!

Perchè, se ci sono Maestri, Anziani e Genitori che nel linguaggio comune potrebbero essere definiti “indegni” (o ci possono apparire come tali)?

Per il semplice fatto che proprio queste figure, come pure tante altre, giocano il ruolo di specchi di te stesso : sono lì per mostrarti il tuo lato in ombra, con le loro manchevolezze o i loro difetti, o anche con la loro luce, ti stanno mostrando la loro e la tua perfezione al di là dell’ombra dell’ego. Voltare le spalle ad uno di Loro, o peggio ancora, mettersi in “competizione” comportandosi in modo sleale, non riconoscendo questa Loro fondamentale funzione e senza avere appreso prima questa lezione, può sembrare una comoda scorciatoia: in realtà stai voltando le spalle a te stesso, alla tua ombra che invece ti chiede disperatamente di essere integrata e guarita. Essa continuerà ad inseguirti e a metterti di fronte ad una realtà: come ci ha mostrato bene la storia-metafora del rapporto tra Gesù e Giuda, al di là di quello che sai (o di quello che credi di sapere) in verità si può insegnare solo quello che SEI !

4 – “Guadagna da vivere onestamente”

qui l’etica può apparire lapalissiana (sebbene non alla moda). In realtà in questo principio c’è qualcosa di molto più profondo. Chi si sente costretto a truccare le carte, imbrogliare, rubare, millantare o, ancora una volta, a “cercare scorciatoie” per raggiungere un “posto al sole” è come se dicesse a se stesso “..Non ho altro modo per farlo…sono quello che sono e la situazione è quella che è…”, introiettando ancora una volta un’immagine di sè che non è l’immagine del Sè e perdendo definitivamente di vista l’immenso mare di ricchezza, opportunità e risorse che lo circonda e che è sempre stato lì a disposizione se solo ne avesse avuto consapevolezza. In questo principio c’è un’etica della Fede molto profonda che è Fede in Sè come parte di un Tutto.

5- “Mostra Gratitudine a tutti gli Esseri Viventi”

forse il più importante dei principi (se fosse possibile una graduatoria), che in qualche modo li ricapitola tutti. Essere e mostrare gratitudine, per te stesso, per il Qui e Ora, per i tuoi Maestri, Anziani e Genitori, per la Vita e per tutti gli Esseri viventi, innalza talmente velocemente le tue frequenze vibratorie da farti “sentire” di essere parte di un Tutto. Essere e vivere in maniera grata ti porta a vedere te stesso e la vita da una prospettiva dalla quale solo il tuo meraviglioso Sè può manifestarsi, infrangendo le illusioni ed il dolore dell’ego. E’ solo da questa prospettiva che rabbia, invidia, odio, risentimento, violenza, competizione e senso di scarsità scompaiono mostrando la loro vera natura: quella di ombre illusorie della mente.

Susi Scorza

  Reiki Master

Ego ipertrofici


Civiltà (?) dell’immagine e della comunicazione.
Tutto oggi sembra passare attraverso queste due paroline magiche.
Dalla politica allo sport, dal costume all’economia, dalle organizzazioni sociali alle…guerre: tutte le interpretazioni del mondo che ci circonda sembrano filtrate dal modo in cui diventa prevalente un’immagine su un’altra, vincente una comunicazione su un’altra e via via…. apparendo.
Sembra….appunto, poichè a dispetto di molti opinion-makers e guru dell’immagine, della comunicazione (e della politica), spazi sempre più ampi si aprono a punti di vista alternativi, a modi altri di vedere e interpretare (o al ritorno ad un semplice buon senso) e, quando pare che la massificazione di idee e visioni sia opera compiuta, qualcuno o qualcosa arriva a rimescolare le carte, a ribaltare “campagne d’informazione” pianificate nei minimi dettagli e, aggiungo, a ricordarci, più in generale, che la vita è davvero un’avventura affascinante.
Ciò, naturalmente, se da un lato è avvincente, dall’altro è fonte, per molti, di ulteriore spaesamento, di contemporanea perdita di vecchi punti di riferimento e assenza di nuovi: anomia tipica dei periodi di radicale cambiamento.
E allora, perchè non provare a interpretare lo status quo partendo da un punto di vista completamente nuovo e inusuale?
Quella che vorrei proporre qui è un’analisi che prenda in considerazione un dato che accomuna la maggior parte (se non la totalità) della “classe dirigente” di casa nostra e a livello planetario (politici, capi di Stato, rappresentanti a tutti i livelli della finanza e dell’economia, lobbisti e perfino tutto il sottobosco – investito di non minore potere – che si aggira nelle camere ed anticamere dei potenti della terra): il dato è la ragguardevole percentuale di ego ipertrofici presente in queste èlites.
Per confermare questo dato (che mi rendo conto può apparire un pò “forte”) basta semplicemente scorrere biografie, osservare atteggiamenti e posture, ascoltare con attenzione parole e discorsi e valutare decisioni e prese di posizioni da un punto di vista il più neutro possibile: l’ego ipertrofico trionfa in maniera evidente in quasi tutti i posti di comando e leve dirigenziali.
E’ utile e illuminante, a questo punto, tentare una breve anatomia dell’ego ipertrofico:
-l’ego ipertrofico è un bulimico del riconoscimento : assolutamente autocentrato e narcisista, a seconda dei casi predilige il presenzialismo e la visibilità a tutti i costi o il riconoscimento della sua indispensabilità anche se da una posizione “defilata”. In entrambi i casi è alla ricerca costante di prove “esterne” tangibili (successo, denaro ecc.) del suo valore (valore che evidentemente non riesce a riconoscersi)
-all’inizio della sua marcia verso il “potere”, l’ego ipertrofico si allea naturalmente ai “carri vincenti” e rimarrà vita natural durante legato a queste “egregore”, a loro volta, abilissime a sfruttarne tutte le sue pur notevoli capacità intellettive in cambio di gratificazioni, in una sorta di nutrimento reciproco. L’ego ipertrofico non si rende conto, in definitiva, di rinunciare al suo libero arbitrio (e pensiero) e, proprio per questo, spesso sottolinea in ogni occasione e a voce alta la sua natura di “uomo libero e libero pensatore”
-l’ego ipertrofico è costretto a lottare per tutta la vita: prima per conquistare e poi per mantenere il “suo posto al sole” e, di conseguenza, a livello più o meno inconscio, struttura una visione del mondo come campo di battaglia, potenzialmente minaccioso e pauroso (e sappiamo bene come la paura sia l’origine di ogni forma di aggressività)
-l’ego ipertrofico è un maestro nei giochi di potere : si orienta con astuzia e sicurezza nei meandri del potere con l’intento, più o meno esplicito, di raggiungere un tale livello che gli consenta, un giorno, di mettere in piena luce tutte le sue uniche e irripetibili doti ed affermare in tal modo l’unico giusto modo di fare e di pensare: il suo. Sente e SA di essere straordinariamente unico e capace (ma chi di noi comuni mortali non lo è per un verso o per l’altro?). In questa cieca marcia per l’autoaffermazione del suo ego, ogni altra istanza è virtualmente sopprimibile in quanto secondaria e/o accessoria. E’ un maestro del compromesso a tutti i costi (soprattutto con se stesso) e dei giochi di potere, ma non ha la più pallida idea (nè si pone il problema) di cosa sia il vero Potere
-l’ego ipertrofico, di conseguenza, maschera, spesso a dispetto di un’apparenza “liberal”, un’istanza assolutamente totalitaria e autoritaria: è del tutto incapace di assumere altri punti di vista e, perfino, di accettarne l’esistenza. Un altro modo di pensare o percepire il mondo è vissuto dall’ego ipertrofico come potenzialmente pericoloso per la sua stessa sopravvivenza, e, quindi, va ridicolizzato o combattuto (a seconda dei casi). L’ego ipertrofico, nel confutare punti di vista differenti dal suo, spesso non disdegna di presentarsi con una patina di orginalità e una vena di non conformismo; ciò gli consente di prendere i classici due piccioni con una fava: apparire come qualcuno che ha veramente cose nuove da dire ed al contempo riconfermare a se stesso la propria “unicità”
-l’ego ipertrofico il più delle volte ostenta una forte e decisa personalità : ha gusti molto netti e li difende in maniera decisa. I suoi gusti e le sue predilizioni intellettuali vengono spesso anche verbalmente “totalizzati”, perdendo di vista in tal modo la varietà, la ricchezza e la bellezza che lo circonda a prescindere. Una volta deciso che un certo tipo di letteratura o di musica, di soluzione o di concetto è “il top”(leggi: funzionale ai suoi scopi), viene naturalmente esclusa ogni altra possibilità (e ogni altra meraviglia). Confonde una “forte personalità” con la vera forza interiore e si aggrappa tenacemente a queste certezze che lo renderanno cieco emotivamente e intellettualmente forse per il resto della sua vita
-l’ego ipertrofico, paradossalmente, rinnova quotidianamente la rinuncia ai suoi sogni più intimi: le pulsioni del suo Sè vengono negate e relegate nel mondo dei sogni infantili, egli rinuncia alla idealità, all’etica (confusa spesso con la morale) e al rispetto per se stesso e per gli altri, mantendendosi rigidamente su un cinico e utilitaristico piano pragmatico. La presenza ingombrante del suo ego azzera di fatto ogni altra istanza emotiva, mentale e spirituale, provando insofferenza per tutte le cose ed esperienze che lì fuori nel mondo, ma ancor più dentro di sè, potrebbero mettere in crisi o in discussione la sua “vision”
-l’ego ipertrofico è terrorizzato dall’amore, dallo stupore e meraviglia per il mondo che lo circonda e dal crescere inarrestabile di aree di consapevolezza, proprio per il loro valore trasformativo: inseguendo costantemente il riconoscimento come fine primo ed ultimo, rinuncia solitamente a vivere nel qui ed ora, adempie a quelli che ritiene “obblighi sociali”, peraltro necessari allo scopo, ostentando spesso successi (inesistenti) anche nella vita privata: mente spudoratamente a se stesso prima ancora che al mondo

Conclusioni?
Una classe dirigente bloccata nella sua evoluzione psichica (individuale e collettiva), arroccata nei suoi “privilegi” e assolutamente attardata in una visione non più rispondente ad una realtà che, nonostante tutto, cresce in consapevolezza umana e spirituale.
D’altra parte basta guardarsi intorno.
E tuttavia vorrei fosse chiaro che non si tratta di un giudizio quanto di una constatazione, un tentativo, come dicevo all’inizio, di fare un’analisi da un punto di vista inusuale.

Così come constato l’urgenza profonda di riflettere (e agire) a partire da ognuno di noi.
Susi Scorza

RITIRO INTENSIVO DI REIKI A MESA GAIA


 Ritiro Intensivo di REIKI a Mesa Gaia -Agriturismo Olistico -Teora (Av)

                                          14 – 15 – 16 e 17 Agosto 2014

riservato a tutti gli allievi e praticanti Reiki che vogliono passare queste giornate immersi nel verde e in completo relax, approfondendo al contempo questa stupenda pratica:

                                                         * Meditazioni

                                                         * Trattamenti

                             * Pratiche di disintossicazione fisica ed emozionale

                                                  * Cerchi di Guarigione

                                          * Nuove tecniche di 1° e 2° Livello

                                  * Reiki e Legge di Attrazione (teoria e pratica)

                                      * Pratiche Reiki per la Pace nel mondo

                                                         *……e tanto altro!

I partecipanti, oltre a vitto e alloggio in sede, avranno a disposizione tutti i servizi dell’area relax :

sauna ad infrarossi, idromassaggio cromoterapico, doccia emozionale

Il ritiro sarà condotto da Susi Scorza – Reiki Master e Naturopata Heilpraktiker

INFO costi e prenotazione (obbligatoria) : 0827/51702 – 339-3428183

                                                                 www.mesagaia.it

Seminario Reiki I° livello a Mesa Gaia


” Mesa Gaia”

A g r i t u r i s m o O l i s t i c o

                                                                            Contrada Capo Teora 13 – Teora (Av)

 

Tai – La Terra e il Cielo – Centro Studi Naturopatia e Discipline Olistiche

 

Seminario residenziale

REIKI 1° LIVELLO

4 – 5 – 6 Luglio 2014

imparare attraverso un corso semplice ed accessibile a tutti una meravigliosa pratica di guarigione ed autoguarigione che ha il pregio di agire a tutti i livelli: a livello fisico, psichico, energetico e spirituale.

Reiki è una parola giapponese che significa “energia vitale universale”, è l’energiaterapeutica naturale a disposizione di noi tutti con la semplice imposizione delle mani, per migliorare la propria salute e quella di altri (nota bene: Salute nel senso più totale e olistico del termine).

In questo seminario imparerai:

 

  • Le leggi dell’Energia

  • Perchè ci si ammala? Quali sono le vere cause delle malattie e come sconfiggerle

  • Il ruolo della mente e delle emozioni nelle malattie

  • La “vera” storia del Reiki e del suo fondatore

  • Come prenderti cura di te stesso e degli altri (autotrattamento e trattamento)

  • Perchè la tua guarigione ed il tuo benessere sono letteralmente nelle tue mani

  • Cosa sono i Chakras, perchè sono così importanti e come trattarli

  • Cosa sono i Corpi energetici ed il loro ruolo nei processi di malattia e guarigione

  • Cos’è l’aura e come visualizzarla

  • Esercizi di visualizzazione e rilassamento

  • ….e tantissimo altro

 

Al termine del seminario verrà rilasciato Attestato di partecipazione

 

Il seminario sarà tenuto da SUSI SCORZA – Naturopata Heilpraktiker e Reiki Master

presso l’Agriturismo Olistico “Mesa Gaia” -Contrada Capo Teora 13 – TEORA (Av) , un luogo immerso nel verde incontaminato dell’Alta Irpinia.

E’ raccomandato abbigliamento comodo

 

INFO programma, costi e prenotazioni: 0827/51702 – 3393428183

http://www.mesagaia.it